Autore Topic: DRBD  (Letto 3255 volte)

Offline LonelyWolf

  • Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1396
    • Mostra profilo
    • Traversate dei laghi
DRBD
« il: 27 Giugno 2012, 10:00:37 »
Buongiorno a tutti, vorrei utilizzare drdb al momento come single-primary (in attesa di "trovare" un secondo server) ma non riesco a capire alcune cose a riguardo.
Il punto è che il server su cui deve essere installato è già in produzione ed il disco non era stato "predisposto" per questo (ovvero non ho altri dischi utilizzabili):
Codice: [Seleziona]
Filesystem                       Dimens. Usati Disp. Uso% Montato su
/dev/mapper/VolGroup00-LogVol00  382G   96G  267G  27% /
/dev/sda1                         99M   19M   75M  21% /boot
tmpfs                            5,9G     0  5,9G   0% /dev/shm
Da quanto ho letto bisogna impostare un device da assegnare come risorsa a drdb ed associarlo al device reale. Dopodiché non viene più montato il reale ma la risorsa di drdb.

A.E.:
resource r0 {
  on nodo-a {
    device /dev/drbd1;
    disk /dev/mapper/VolGroup00-LogVol00;
    address 192.168.0.1:7789;
    flexible-meta-disk internal;
  }
}
E in fstab sostituire:
/dev/VolGroup00/LogVol00 /                       ext3    defaults        1 1

con:
/dev/drbd1 /                       ext3    defaults        1 1

Quindi in realtà /dev/drbd1 si può assimilare ad un link.

E' corretto?
In questo modo, dopo aver eseguito (saltando la creazione del file system altrimenti distruggo i dati esistenti):
drbdadm create-md /dev/drbd1
drbdadm attach all
drbdadm -- --overwrite-data-of-peer primary all

dovrei essere pronto per aggiungere l'eventuale secondo nodo.

Ovviamente non intendo farlo su /, ma come posso procedere per creare un nuovo volume per quello che ora sta in /var/lib/libvirt/ (ovvero le mie vm) ?

La macchina è un centos 5.5, non ho ancora fatto l'update perchè non ho avuto ancora il tempo di verificare cosa cambia, non vorrei trovarmi con le due vm inutilizzabili (e quindi tutto fermo).

Offline dankan77

  • Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1365
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: DRBD
« Risposta #1 il: 27 Giugno 2012, 14:46:17 »
Ciao Lonely,
di solito il processo è questo :

storage(disco,lun,raid)
drdb
lvm
fs
HA/Failover
NFS

http://cedarandthistle.files.wordpress.com/2010/08/2010-servers-old1.png
http://static.howtoforge.com/images/low_cost_san/HASAN.jpg

Il fatto di voler agganciare un volume logico come storage per drdb non è corretto .
Pertanto l'unica cosa è spegnere la macchina aggiungere un disco e partire da li ...

... altrimenti puoi pensare ad altro come ad esempio ad una virtual storage appliance.

Una vm che parte prima delle altre come NAS sul tuo primo Host e sui cui sono salvati i dati delle altre vm.
Poi utilizzi utilizzi i meccanismi di sincronizzazione del NAS per replicare mediante rsync oppure snapshot in maniera continuata (replica sincrona) su una seconda macchina NAS sul secondo Host.
Questo meccanismo di permette di utilizzare anche un portatile per metterci su la seconda vm come NAS oltre al fatto che se utilizzi nas con supporto di ZFS alla vers. 28 puoi avere i benefici della deduplica dei dati.

P.S
Lo storage và disegnato in base agli IOPS che ti servono e non in base alla disponibilità di spazio disco :-D

Ciao



Offline LonelyWolf

  • Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1396
    • Mostra profilo
    • Traversate dei laghi
Re: DRBD
« Risposta #2 il: 27 Giugno 2012, 21:04:04 »
Quindi se ridimensiono lvm attuale, creo la nuova partizione vuota, la associo a risorsa drbd e ci copio i dati il risultato è lo stesso.


P.S.:
Lo storage lo disegno in base alle disponibilità che ho, purtroppo! :)
« Ultima modifica: 27 Giugno 2012, 22:19:50 da LonelyWolf »

Offline dankan77

  • Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1365
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: DRBD
« Risposta #3 il: 28 Giugno 2012, 19:09:26 »
Solo per chiarimento dovresti ridimensionare in ordine:

Filesystem
Logical Volume
Volume Group
Phisical Volume
e con lo spazio recuperato fare una nuova partizione da utilizzare con DRBD.
Valuta che puoi fare lo resize/shrink a caldo ma ti serve comunque predisporre un fermo macchina.

Considerazione:
Il contesto Enterprise si stà spostando verso una logica di Virtual Storage Appliance.
La ferramente è ferramenta e l'intelligenza è sul software.
Leggi bene quello che ti ho scritto e facci una pensata seria, eviteresti parecchie noie in futuro.
DRDB ogni volta che salta richiede di sincronizzare tutto il disco quindi non parliamo di SNAPSHOT, CBT, ma di un full resync di tutti i blocchi.

P.S.
Se hai bisogno di qualche dritta su come muoverti sono a tua disposizione .

Ciao

Offline LonelyWolf

  • Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1396
    • Mostra profilo
    • Traversate dei laghi
Re: DRBD
« Risposta #4 il: 29 Giugno 2012, 10:06:22 »
Per la procedura del resize avevo già studiato un po' ed il fermo macchina era da mettere in conto.
Stavo poi pensando di utilizzare delle share nfs per i db e le macchine virtuali, ma tra capo e collo mi sono capitate scadenze di legge a cui lavorare quindi mi tocca rimandare di nuovo tutto.
E' da gennaio scorso che ci sto provando!

Ti tengo presente per quando arriverà il momento!